martedì 16 aprile 2013

Nicotina, fumare di smettere, mai.


Nicotina, fumare di smettere, mai.

Sigaretta

Mi bacia a comando.

 mia compagna, mia, davanti al camino

Sul cesso

Sul davanzale sopra il mondo

La mia assistente stenografa che si fuma un’altra sigaretta

copilota alla guida.

Evadiamo, torniamo

Ti tengo in tasca e te mi tieni nel taschino

Danzi nell'aria banale

Danziamo tanto per danzare

E se non c’è musica, m’improvviso suonatore

E te violino

Quanto cazzo ti amo.

Mi accompagnerai fino alla fine?

Beh, sì,o almeno lo spero

No, anzi, ne sono sicuro

Sveglia alla sera

Amico al telefono

Lancetta dei minuti

Denti da far schifosamente sorridere

Sesso orale.

Sei quello che faccio quando campo

E io il tuo primo ed ultimo spasmo di vita

Degno del miglior poema del sentimento.

Perché si può fare tutto sì, senza di te

Ma si fa male

E perché non essere professionisti allora?

Se te addolcisci gli abbandoni

Riposi il lavoratore

Crei legami

Intercedi tra le fatiche

Tra le noie

Tra una portata e l’altra.

Sei più risveglio del caffè

Sei “Buongiorno!” o “fatti forza, su…

Trascineremo insieme il sipario della sera e poi quello del giorno.

Saremo bianco su nero o nero sui pantaloni,

nero su tutti, e grigio sul sole... ”.

Tu sei  

E io non ti smetterò mai.

2 commenti:

  1. c'è chi gli necessita per vivere! a volte fa male

    RispondiElimina
  2. Ogni tanto ti sbircio, eh!
    Quanto sei underground! Bella, bella!

    RispondiElimina